slide-teritorio

L’Etna è un Parco Naturale, istitituito dalla Regione Siciliana nel 1987, situato in provincia di Catania, sono oltre 45.000 ettari di area protetta, 20 i comuni che ne fanno parte: Adrano, Belpasso, Biancavilla, Bronte, Castiglione di Sicilia, Giarre, Linguaglossa, Maletto, Mascali, Milo, Nicolosi, Pedara, Piedimonte Etneo, Randazzo, Ragalna, S.Alfio, S.Maria di Licodia, Trecastagni,Viagrande e Zafferana Etnea.

L’area di tutela è suddivisa in due zone denominate A e B ed a queste si aggiugono le zone C e D di pre-parco con una estenzione di circa 14.000 ettari, la zona C altomontana insiste tra la zona A e la zona B, giacché sono presenti strutture turistico/ricettive e sportive realizzate prima del 1987.

La zona A é quella di tutela integrale, si estende dai crateri sommitali fino a quota 1000 s.l.m; ampi tratti sono caratterizzate da sciare (zona di deserto lavico) e da dagale, quest’ultime sono delle autentiche oasi boscate preservate da colate laviche.

La zona B si estende attorno a quota 2000 m.s.l.m fino ai 700 m.s.l.m, è caratterizzata prevalentemente da formazioni boschive e colture di vario tipo, quali meleti, castagneti, noccioleti, pistacchieti, vigneti ed altre piante ed alberi da frutto.

Nell’area demaniale vi sono delle strutture antiche, recuperate e messe a disposizione per la pubblica fruizione, alcuni di questi sono inportanti punti base per l’escursionismo, da quì si si dipartono diversi sentieri, da percorrere a piedi, in mountain bike o a cavallo (previa autorizzazione).

La zona C si trova alle zone più basse del vulcano ad una altitudine compresa tra i 600 e gli 800 m.s.l.m, non molto lontano dai centri abitati.

La zona D è la fascia esterna di pre-parco, a quota 600 m.s.l.m ed ha una estenzione di circa 9.700

© Copyright 2017 Etnaunesco by Olabit